venerdì 18 novembre 2016

per un'A.N.P.I. plurale

I firmatari, componenti della sezione A.N.P.I. “Michele Ghio” di None (TO), sono stupiti e amareggiati per la spiacevole vicenda del mancato rinnovo a Laura Puppato della tessera della nostra associazione. Appartenere all’A.N.PI. significa per noi difendere, oltre che la memoria della Resistenza, anche una Costituzione come quella italiana, nell'ambito dei cui principi fondamentali la libertà di opinione e il pluralismo hanno certamente un ruolo di primo piano. In questo senso, pur nell'ambito di una dialettica interna che ha visto prevalere  nettamente il NO al referendum, crediamo che non ci sia alcuna ragione di oscurare le opinioni e di inibire l'attivismo di chi all'interno della nostra associazione è invece intenzionato a votare SÌ. Riteniamo anzi che sia nostro interesse strategico garantire, nel rispetto di quel pluralismo che chiediamo agli altri, legittimità, dignità ed agibilità di tutte le posizioni, comprese quelle di minoranza.


Roberto Cerchio, Mario Dellacqua, Domenico Demuro, Massimiliano Franco, Giovanni Garabello, Nunzio Sorrentino, Diego Goitre, Massimo Collino, Raffaella Dispenza, Giuseppe Astore, Laura Ferrari, Rossella Chiappero, Roberto Bori Marrucchi​, Aldo Sandullo​, Rossana Bergoglio, Luisella Dell'acqua, Massimo Bonifazio

2 commenti:

  1. Roberto Cerchio18 novembre 2016 11:18

    Anche al fine di evitare strumentalizzazioni di parte, ho deciso di pubblicare il testo completo del comunicato sottoscritto da una parte degli iscritti alla nostra sezione di None e recentemente inviato ad anpi provinciale e nazionale. Preciso che tra i firmatari figurano persone intenzionate a votare no e persone intenzionate a votare sì al prossimo referendum costituzionale, nel reciproco rispetto.

    RispondiElimina
  2. Roberto Cerchio18 novembre 2016 15:31

    A scanso di equivoci io al referendum voto no.

    RispondiElimina